fiori

Percorsi Introspettivi

Ho percorso la pelle con le dita. Tutti i giorni per tutta la vita. Ho tracciato percorsi immaginari di mani diverse. Ho sepolto le aspettative in basso, talmente in basso, da scordarne il profumo. Inebriante e velenoso allo stesso tempo. Insieme alle aspettative ho sepolto le mie ceneri. Le mie ceneri, non i miei sbagli. Quelli conviene tenerli bene ancorati alla realtà: mi ricordano dove non devo più andare, perchè ci sono già stata, e non è finita bene. Ho seminato semi dove pensavo vi fosse un terreno arido per poi riscoprilo fertile, dopo mesi, dopo anni. E pieno di fiori. Con le spine. Ma fiori. Come Rose scarlatte.

Questa incessante ricerca del sapere dove mi porterà? Quanto ancora dovrò scavare? Quante persone dovranno passare nel mio cammino? Chi si fermerà per poco? Chi per tutta la vita?

Io mi fermerò tutta la vita. Sicuramente: non posso mica abbandonare me stessa.

E allora rinizio da me. Da oggi. Per Sempre.

264107_446326818753086_1324194051_n